Chanson d’automne

         

 

            le foglie lasciano  l’albero, volteggiano

            e delicatamente si posano sul pentagramma

            per comporre una canzone  d’autunno

 

                                            Chanson d’automne

                           Les sanglots longs

                           des violons

                           de  l’automne

                           blessent mon coeur

                           d’une langueur

                            monotone.

                            Tout suffocant

                            et bleme, quand

                            sonne l’heure,

                             je me souviens

                             des jours anciens

                             et je pleure,

                             et je m’en vais

                             au vent mauvais

                             qui m’emporte

                            deçà, delà

                            pareil à   la

                            feuille morte.

                                                         Paul Verlaine

                                             

Annunci

un tralcio di vite

 

 

    che anni fa avevo raccolto in autunno e messo

    in un vaso perchè vivesse ancora un po’, i suoi

   colori  erano dolci e caldi  come  i chicchi d’uva

 

fine ottobre

 

 

le foglie vestono l’abito

più colorato per l’ultima  danza

                              Ottobre

                              Un tempo era d’estate,

                              era a  quel fuoco, a quegli ardori,

                              che si destava la mia fantasia.

                               Inclicno adesso all’autunno

                               dal calore che inebria;

                               amo la stanca stagione

                               che ha già vendemmiato.

                                Niente più mi somiglia,

                                niente più mi  consola

                                di quest’aria che odora

                                di mosto e di vino,

                                di    questo vecchio sole ottobrino

                                che splende nelle vigne saccheggiate.

                                                                    V. Caldarelli

 

                                                            

                                                                                                                          

dedicato all’amore

 

                                                                 

                        un ricamo a punto croce   che ho eseguito tempo fa  con filo bianco

                         su tela di lino,  mi piace molto questo  delicato accostamento.

                         C”erano ancora   boccioli di rose nell’ortino, nonostante le mattinate

 

                                                                                                            fredde, ne ho messo alcune  in un vaso bianco e mi fanno compagnia.

 

i colchici

 

 

avevo un po’ lasciato nel cassetto il punto croce,

ho provato un grande  piacere nel riprendere  ago,

stoffa e  matassine di cui mi godo le bellissime

sfumature.

Ho ricamato i colchici per il Round Robin dell’amica

Loredana che, in questi giorni, sta vivendo un momento

magico: la presentazione del suo primo libro in  tema

di punto croce alla mostra di Vicenza.

   Sono sicura che avrà   grande, meritatissimo

consenso dal mondo fantastico delle ricamatrici!  Ciao Lori.

l’autunno e la rosa

 

 

 

 

               Sta sfiorendo la rosa,

             in maniera lieve e silenziosa.

             Reca con sè il fascino del crepuscolo,  

             la nostalgia del tempo che, come sabbia,

             è scivolato fra le nostre dita

             troppo sottile ed effimero

             per poterlo trattenere.

             E’ autunno.

 

con due cavoli bianchi

 

 

avevo acquistato due cavoli  ornamentali bianchi, belli

indubbiamente,  ma come riuscire ad imbastire una

composizione rustica con due cavoli  soltanto?

Basta un  giretto nell’ortino  dove ancora ci sono i

girasoli secchi, una passeggiata  ai bordi dell’incolto

per raccogliere erbe secche e foglie di canna………

se può piacere  ad altre   persone non lo so, lo spero,

una cosa è certa: io ho trascorso un bel pomeriggio!!

 

 

Voci precedenti più vecchie