nell’Olanda del Nord

 

 

verso il villaggio Edam-Volandem, attraversando una

campagna verdissima,

mandrie, greggi, cavalli,  anatre,  oche,  e quelle casette

da fiaba  dove si ha l’impressione che soltanto la serenità

e la gioia di vivere  vi possano  dimorare;

forse è la zona più tipicamente olandese.

 

casette e tendine,  linde e curate

 

un mulino a vento

 

 

immagini della campagna, colte al volo , attraverso il vetro  e una delle tantissime pecore, grassottelle e lanose

 

 

gli zoccoli di legno

 

 

 

 

 

una papera  specchia i suoi sgargianti colori nell’acqua del canale

 

Annunci

Amsterdam

 

 

offre un’atmosfera particolare con i suoi canali  ove si

specchiano le case  più antiche, alte e strette, un po’ storte,

i milioni di biciclette che sfrecciano a velocità sostenuta.

Le bici sono veramente protagoniste della vita della città,

ce ne sono ovunque, in enormi “parcheggi”  o  cavalcate da persone in

tenuta sportiva    o da signore in tailleur,  da distinti signori in giacca e cravatta o da

studenti con i libri nel cestino, e così via  …. fino a vederle

ammonticchiate in una piazza, forse erano da rottamare?!

Qualche immagine colta in città  passeggiando senza meta.

case colorate con tetti a gradini,  si affacciano sul canale

canali e biciclette

la più antica birreria di Amsterdam

le papere sulle barche, l’acqua del canale  mescola i  toni del verde e del giallo

Aquisgrana

 

 

in viaggio verso Amsterdam, una visita alla  Cappella Palatina di

Aquisgrana;  fatta costruire da Carlo Magno, come cappella privata,

è ricca di opere di oreficeria e di splendide vetrate gotiche.

 

 

mansueti  elefanti  nelle pasticcerie di Aquisgrana

 

 

 

civette e gufi, la mia passione!!

 

 

 

 

a Colonia fra arte, balocchi e profumi

 

 

tutto è già stato detto e scritto sul Duomo di Colonia.

non ci resta che  contemplare e godere di tanta bellezza.

 

 

 

la severa maestosità del Duomo si stempera nelle  vetrine sulla piazza dove  l’inconfondibile bottiglietta

dell’Acqua di Colonia, la mitica n. 4711,  fa bella mostra di sè  accanto a bellissimi boccali da birra  e

graziosi giocattoli fra cui  un quadretto con teneri mici.

 

 

 

fiori di primavera, colori d’autunno

 

 

le mele di campagna, piccole e profumate,

che ho  raccolto  dall’albero, le foglie di vite rossa

rubate ad un muro, hanno dato un tocco

d’autunno  al candore delle calle e dei ranuncoli.

 

 

 

 

il triangolo

 

 

 

nella composizione floreale è un classico,

fatto e visto tantissime volte è vero, ma a

me piace sempre,

si può cercare di rinnovarlo  un po’ utilizzando

magari  un elemento  inconsueto, in questo caso

sono due carciofi  fioriti ed essicati a formare il

punto focale

 

 

funghi

 

 

 

 

 

 

tra le foglie appena cadute o fra gli steli d’erba,

dal  muschio o sotto le felci,

nel prato o  al riparo di un    faggio,

accanto al tronco di un castagno caduto o fra nude pietre,

ovunque, in questa stagione umida e mite, si

trovano funghi.

Sono belli, tutti,  dal panciuto porcino all’elegante

mazza di tamburo,

meravigliosa poi l’amanite  muscaria, slanciata e

civettuola con il bel cappello rosso-arancio con

fiocchi bianchi, mi ricorda  le tavole illustrate dei

libri di fiabe,

nel prato sono ritornati i minuscoli funghi rossi e

gialli, quasi fosforescenti……….. quanta meraviglia

in ogni stagione!

 

 

 

 

 

Voci precedenti più vecchie