una domenica d’inverno

 

osservando gli uccelli che si fermano nella zona umida,

un luogo per me magico, dove  camminare in silenzio, osservare,

ascoltare è un vero piacere.

graziose le pavoncelle  con  quel  ciuffetto,  riposano e si nutrono in uno spazio che pare soltanto loro, poi si alzano, volteggiano a lungo all’unisono

pavoncelle copia - Copia

pavoncella in volo

è una domenica soleggiata, le papere  riposano riparate dalle canne che si specchiano nell’acqua

papere che dormono

le spighe delle typhe, simili a grossi sigari, si disfano, tutt’intorno si spande la bambagia che rilasciano e pare

avvolgere le cicogne proteggendole

cicogne e typhe

abiti colorati

paperette

abiti in bianco e nero

airone b

papeera bianca e nera

un chiurlo si attarda  a cercare cibo, altri sono passati, si odono i loro richiami

chiurlo

alberi, belli, slanciati, eleganti

alberi

quasi irreale la visione delle bellissime oche che s’involano verso le nuvole chiare appena velate di rosa

dal sole,  nel tardo pomeriggio

oche bianche copia

le cicogne lasciano la palude nella luce che annuncia il tramonto, raggiungono un vecchio nido mentre

un volo di gru giunge per trascorrere la notte nella tranquillità dell’oasi.

RACCONIGI 18 GENNAIO 2015 094

RACCONIGI 18 GENNAIO 2015 100

RACCONIGI 18 GENNAIO 2015 101 - Copia

tutte le foto del posto sono state

fatte al centro  cicogne  Lipu dei Racconigi

domenica 18 gennaio

Annunci

ricami in cielo

 

 

  è in queste splendide giornate invernali

  che gli alberi spogli ricamano il cielo,

  nell’aria fredda, nella luce pulita.

AL BRICCO 005

gemme chiare si sono offerte ai tiepidi raggi, ne bevono il tepore ben sapendo che prima o poi

arriverà la neve e il gelo e loro si fermeranno, in attesa.

AL BRICCO 008 - Copia

AL BRICCO 008

è una bella passeggiata quella che sale al “bricco”,

da lassù, oltre gli alberi, si vede una striscia di mare

AL BRICCO 015

dall’altro lato la neve sul Monviso

AL BRICCO 017

la luna crescente, senza ingombro di foschia o  nuvole, promette una bella notte, una di quelle notti

in cui pare che le stelle siano più grandi e più vicine

AL BRICCO 029

è proprio in questa stagione che gli alberi spogli sfoggiano la loro maestosità,  così, nudi contro il cielo

sono di una bellezza commovente, si può restare lungo tempo ad ammirare l’intreccio dei  rami,  ad ascoltare

il vento che fruscia o sibila sfiorandoli, ad immaginare l’intreccio delle radici che, ben salde in profondità,

li sostengono,  e loro si innalzano  per ricamare il cielo.

AL BRICCO 034

AL BRICCO 035